Implantologia

Implantologia

L’IMPLANTOLOGIA permette di sostituire uno o più denti senza ricorrere alle terapie tradizionali che richiedevano la limatura di altri denti con grande e inutile sacrificio biologico.

Permette inoltre, anche in assenza completa di denti, di eliminare le protesi mobili, creando dei supporti e ancoraggi per protesi fisse che permettono la funzione, la fonetica e l’estetica perdute. Gli impianti sono pianificati secondo rigorosi protocolli radiografici e chirurgici.

 

Come si posiziona un impianto?

Come ogni trattamento chirurgico si inizia con l’anestesia della zona interessata. Si incide la gengiva e si prepara la sede dell’impianto nell’osso e lo si avvita per la lunghezza precedentemente calcolata. Questa prima fase dell’intervento si conclude con la sutura della gengiva coprendo completamente l’impianto perchè si avvii il processo di osteointegrazione.

In quanto tempo si integra un impianto?

Il tempo di guarigione dell’applicazione di un impianto o osteointegrazione, può variare a seconda della qualità dell’osso del paziente. Le tempistiche di riassestamento possono inoltre allungarsi se oltre al posizionamento dell’impianto fosse stato necessario anche una rigenerazione ossea tramite l’utilizzo di biomateriale.

Indicativamente il tempo di guarigione per un impianto si aggira dai 2 ai 4 mesi.

Tempistiche inferiori si hanno con l’implantologia a carico immediato, dove in una singola seduta si inserisce l’impianto e si posiziona la protesi.

Quanto dura un impianto?

Proprio come per una bocca con denti naturali, osservando le buone regole di igiene orale si massimizza la durata degli impianti. Non esiste una durata minima o massima degli impianti, la sua durata nel tempo dipenderà da tanti fattori tra cui la qualità dell’osso in cui è stato inserito l’impianto, l’igiene orale del paziente, l’occlusione ecc… E’ comunque molto importante sottoporsi a sedute di igiene dentale regolarmente per mantenere in salute gli impianti dentali.

Esistono possibilità di rigetto di un impianto dentale?

Quello che viene chiamato con il termine non corretto di rigetto è una perimplantite che è un infiammazione dei tessuti a contatto l’impianto che porta alla distruzione del tessuto osseo che lo sostiene.

La mancata osteointegrazione dell’ impianto avviene per cause locali come: infezioni, contaminazioni, qualità dell’osso scadente, chirurgia traumatica inadeguata, materiali inadeguati, carichi anomali o precoci agli impianti, fattori di rischio individuali.

Nonostante queste cause, la percentuale media di successo dell’implantologia è altissima.

IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO

Carico immediato significa che nella stessa seduta vengono posizionati gli impianti in titanio nell’osso del paziente e immediatamente posizionata la protesi dentale con i denti del paziente. In alcuni casi selezionati è infatti possibile evitare di dover aspettare i canonici 3-6 mesi di attesa dell’osteointegrazione, andando a caricare subito gli impianti posizionati.
Il carico immediato permette al paziente di fare ritorno a casa con un sorriso completo con dei provvisori che saranno poi sostituiti con quelli definitivi quando i pilastri (impianti) si saranno correttamente osteointegrati.

Nell’implantologia a carico immediato il carico è costituito dalle forze della masticazione che si scaricano sui denti e sui sottostanti impianti nell’osso, ne consegue che l’osso debba essere attentamente valutato per essere sicuri che possa supportare le strutture sovrastanti.

Il vantaggio principale del carico immediato è la brevità del trattamento: il paziente in una unica sessione ritornerà a casa con i” denti fissi”.

Con il carico immediato si può quindi risolvere dalla mancanza di un dente fino al completamento delle due arcate dentali  nella stessa sessione.